L’olio marocchino

L’ olio di Argan viene estratto da una pianta che si chiama Argania spinosa originaria del Marocco. Chiamato olio marocchino il suo nome proviene dalla lingua berbera Tashelhit che significa olio.

La pianta da cui proviene questo prezioso frutto è chiamata albero della vita. Questo albero è alto 8 – 10 metri ed è in grado di vivere da 150 a 200 anni adattandosi bene al clima arido locale. Si dice che sia uno dei più antichi della terra e sia comparso 80 milioni di anni fa nel Marocco meridionale. La noce contiene fino a tre semi chiamati mandorle di Argan.

Una volta secco, di solito nei mesi di giugno luglio, il frutto cade a terra e viene lavorato dalle donne locali. Le sue foglie sono molto ghiotte anche per le capre che non di rado si vedono arrampicarsi sulla pianta per cibarsene.

Da questi frutti viene estratto l’olio di Argan che può essere utilizzato ai fini cosmetici. Rinforza le unghie e i capelli e dona bellezza esteriore. Molto utilizzato per i massaggi, dona sollievo in caso di contratture muscolari e crampi.

Contiene vitamine del gruppo A, E ed F, l’acido linoleico e linolenico, sostanze antiossidanti come i tocoferoli e flavonoidi che gli conferiscono un effetto anti-age ed idratante benefico per la pelle. Combattendo gli agenti esterni è utile in particolare per la pelle secca. Viene utilizzato alla fine dell’estate per prepararsi alla stagione fredda, idratando la pelle. Rimedio naturale in caso di bruciature e irritazioni della rasatura grazie all’ elevato contenuto di acidi grassi quali omega tre e omega sei. Combatte le smagliature e può aiutare la guarigione dalla psoriasi.