Ginseng: il potere dell’energia

Il Ginseng è un fusto perenne originario dell’Asia Orientale. È una pianta lunga da 30 a 80 cm della famiglia delle Araliaceae, che si sviluppa soprattutto nei climi freddi.

Il nome deriva da “Jen” che significa uomo e “Shen” che significa vita. È considerato un ottimo afrodisiaco, allevia lo stress, la stanchezza cronica e l’insonnia. Ha proprietà curative per il diabete e può stimolare l’appetito. Contiene vitamine, olio essenziale e polisaccaridi. Inoltre il Ginseng rafforza il sistema immunitario, rivelandosi utile per combattere o prevenire raffreddore e sintomi febbrili. È controindicato in caso d’ipertensione, ansia e tachicardia.

La medicina tradizionale cinese considera questa pianta un elisir di giovinezza; si pensa inoltre che abbia effetti positivi sulla memoria per chi ha bisogno di affrontare esami e studi intensi.

E’ un ottimo anti-age, dato che produce collagene, ed un buon prodotto per la cura dei capelli. Il Ginseng Indiano appartiene alla stessa famiglia delle melanzane, delle patate e dei pomodori e presenta le caratteristiche delle bacche rosse. L’ istituto di medicina giapponese lo considera un potente alleato contro l’Alzhaimer e il morbo di Parkinson.

Sempre più diffuso nell’uso quotidiano, lo si può trovare al bar come piacevole alternativa al caffè tradizionale (caffè al ginseng) o in farmacia come ingrediente naturale di numerosi integratori multi vitaminici.