Elicriso: “Sole d’oro”

L’ Elicriso (Helichrysum italicum) è una pianta erbacea spontanea dal fusto legnoso e ramificato, alta circa 40 cm.

Fiorisce da luglio a settembre con cupoline gialle dorate dal forte odore aromatico. Predilige i climi soleggiati, ventilati e miti dell’area mediterranea. In Italia è diffusa nelle regioni del centro, del sud e nelle isole.
Nota anche col nome di Perpetuino, è considerata una pianta “sempreviva” grazie alla longevità dei suoi fiori che mantengono a lungo colore e profumo.

Conosciuto sin dai tempi degli antichi greci e degli egizi, questo arbusto, legato al concetto di eternità, veniva utilizzato nelle cerimonie di culto del sole. Il nome, infatti, deriva dal greco “helios” (sole) e “chrysos” (oro), per il colore giallo lucente dei suoi fiori.

Antistaminico, antinfiammatorio e antibatterico naturale, combatte allergie respiratorie e infiammazioni cutanee come la psoriasi; libera i bronchi e funge da decongestionante nasale.
Svolge inoltre azioni benefiche sulla pressione sanguigna, sul sistema nervoso e sull’apparato digerente.

L’Elicriso viene utilizzato nella preparazione di creme per viso e corpo atte a contrastare rughe, smagliature, cicatrici e scottature.
Le proprietà benefiche di questa pianta provvidenziale sono dovute alla presenza di numerosi principi attivi: triterpeni, flavonoidi, oli essenziali, acido caffeico e fitosteroli; sostanze dotate di effetti terapeutici e salutari.

Nell’orto Pauline è presente una piccola semina di Elicriso che colora di sole il nostro caro giardino.