Cardo Mariano: il cardo del fegato

Il cardo Mariano appartiene alla famiglia delle Astraceae e il suo nome botanico è sibylum mariano.
E’ presente nel bacino mediterraneo maggiormente nelle zone del centro, del meridione e nelle isole. Fiorisce in estate, lo si trova in pascoli erbosi, ai margini dei sentieri e tra i terreni incolti.

Aumenta la capacità protettiva del fegato e lo depura, particolarmente indicato in caso di cirrosi epatica, assunzione prolungata di farmaci, elevato consumo di fumo e alcol e in caso di avvelenamento da funghi del genere Amanita. Queste sue proprietà curative vengono attribuite alla silimarina contenuta nella pianta: una miscela costituita da silibina, silicristina e silidianina.

Stimola la sintesi proteica del nostro organismo e favorisce la produzione di latte materno. E’ ricco di flavonoidi, tocoferoli e tannini. Ha proprietà antiossidanti e antiage, protegge la pelle e ha un’azione fotoprotettiva (protezione dai raggi UV).
Grazie a queste sue proprietà viene utilizzato in cosmesi nelle creme antirughe.

Nella nostra tenuta, tra le nostre erbe spontanee, vi sono diverse piante di cardo mariano.